lunedì 4 gennaio 2010

WEISSE NACHTE

Schlern 2010


Lo Sciliar, Schlern, qualche ora fa.


Dio mio! Un minuto intero di beatitudine! E' forse poco per colmare tutta la vita di un uomo?

(F. Dostoevskij )

Scende stanca la notte sulla pianura,
sulle spalle delle montagne si posò a sognare,

Gelassen stieg die Nacht ans Land
Lehnt träumend an der Berge Wand,


(von E. Mörike )

6 commenti:

francesca/MoscO ha detto...

ma che bella!

Silenzi d'Alpe ha detto...

Francesca, grazie !

nonnatuttua ha detto...

Che fasaxino ha questa notte che la neve rende luminosa......
Il contrasto con il nero del cielo sembra dividere in due l'immagine.... lo yin e lo yang...

Silenzi d'Alpe ha detto...

@nonnatuttua. Infatti "Yin" vuol dire buio, "Yang" significa luce. E' il sauro addormentato che si confonde con il nero sudario del suo lungo sonno ...

ciao a presto sui ns Blog

nonnatuttua ha detto...

Mi sono fatta una risata ora rileggendo quello che avevo scritto.... scusami ma ho scritto quasi al buio e non ho riletto!!!!
Il "fascino" ha perso un po' del suo fascino.....

Silenzi d'Alpe ha detto...

@nonnatuttua. No perchè ? Il commento è chiarissimo nell'intenzione.

ciao a presto sui ns Blog